La Proposta Formativa

Gli Specialisti dell'immagine: una doppia formazione per l'arteterapeuta

Al termine del percorso di studio gli allievi diventano Arteterapeuti, cioè specialisti dell'immagine (veicolo di introspezione e comunicazione contenente vissuti da decodificare), e sono in grado di comprendere e gestire l'immaginario di persone in difficoltà. Superando i concetti di interpretazione e giudizi estetici, gli Arteterapeuti si avvalgono di un sofisticato sistema teorico-metodologico (Modello Polisegnico© ideato da Achille De Gregorio) verificato in oltre 25 anni su decine di casi clinici e sociali, centinaia di percorsi arteterapeutici e nello studio di migliaia di disegni, dipinti, sculture, foto, graffiti.

La conduzione di Atelier

Al termine del triennio di formazione l'Arteterapeuta è in condizione di progettare e gestire Atelier di Arteterapia rivolti a utenze differenti. Con le opportune cornici procedurali e tecniche sarà in grado di proporre percorsi arteterapeutici individualizzati, costruire setting adeguati, conoscere le tecniche e i materiali per affrontare i problemi che possono emergere. Molta attenzione è data, nel percorso formativo, al management dell'Arteterapia (operare per progetti, territorialità, integrazione, fattori di qualità) e al coordinamento fra i diversi Atelier nella provincia di appartenenza.

Scenari professionali

Il settore delle Artiterapie è in continua evoluzione: i modelli teorici e le metodiche applicative segnano le nuove frontiere della creatività applicata al sanitario e al sociale.
La Scuola prepara a queste 2 professionalità emergenti legate all'Arteterapia:

• Specializzati in arteterapia, che conservando la propria specifica identità formativa di partenza, la integrano con competenze arteterapeutiche sofisticate e non improvvisate (almeno 850 ore di formazione);

• Arteterapeuti che rispettando i concetti base alla Legge 4 del 2013 e con un percorso formativo complessivo di 1200 ore possono svolgere la nuova professione con scienza e coscienza.

Le strutture sociali e sanitarie all'interno delle quali ognuna di queste figure trova collocazione sono diverse:

Servizi psichiatrici, Disabilità; Dipendenze di vario tipo; Adolescenza in sofferenza; Nuove povertà; emarginazione e violenza sociale:
Scuole; Aziende socio-sanitarie; Reparti ospedalieri; Settore privato della riabilitazione; Istituti penitenziari; Comunità di protezione; RSA; Studi di psicoterapia; Studi per le nevrosi sociali...




A CHI SI RIVOLGE

L'impianto concettuale e didattico della Scuola d'Arteterapia ArTeA dal 1993 è fortemente centrato sull'allievo e propone un sistema modulare di formazione e tutoring adatto a:

• Laureati nelle discipline sociali. della salute, della prevenzione e della creatività.
• Psicoterapeuti (iscritti all'Albo o in formazione)
• Operatori in servizio nelle aree del disagio psicologico e sociale, della fragilità, della prevenzione
• Allievi che hanno completato o che possiedono una formazione in Arteterapia che ritengono insufficiente o frammentaria
• Artisti che rivestono ruoli in Istituzioni sanitarie o sociali

Requisiti d'ammissione
L'allievo per accedere a una delle Scuole di ArTeA deve necessariamente avere:
• Età minima 24 anni;
• Possesso di Laurea (o laurea breve, o diploma universitario);

• Oppure, in assenza di questo requisito, essere dipendente o precario da almeno tre anni in un Servizio socio-sanitario-educativo; 

• Partecipato allo stage propedeutico;
• Sostenuto un colloquio;
• Un curriculum adeguato.




Formatori ArTeA



I nostri Formatori sono innanzitutto arteterapeuti o addirittura pionieri dell'Arteterapia italiana; non "cultori" approdati alla materia, ma professionisti con decenni di pratica clinica e gestione di casi con la terapia artistica; attivi da sempre nelle iniziative del settore.
  • Achille De Gregorio
  • Elena Giordano
  • Patrizia Binoni
  • Maria Grazia De Vita
  • Cinzia Caronda
  • Maurizio Carandini
  • Lorena Pischedda
  • Tiziana Bellini
  • Liliana Brivio
  • Alfredo De Risio
  • Rita Marizza
  • Benedetta Ammassari
  • Giuseppe Gliatta
  • Fabiola Coccato
  • Genny Giordano
  • Emanuela Zaietta
  • Marzia Sandri
  • Flavio Marzaroli
  • Ilaria Bomben
prev next

Scuole

L'offerta formativa di ArTeA prevede:
1. corso triennale di specializzazione in arteterapia;
2. giornate di alta formazione rivolte agli specializzati del triennio;
3. convegni e residenziale estivi di arteterapia clinica;
4. corsi brevi di formazione ad hoc per enti pubblici e privati.

FORMAZIONE TRIENNALE

Il monte ore dell'offerta formativa di base è costituito da un minimo di 850 ore: • lezioni frontali e seminari pratici; • Iter arteterapeutico personale; Tirocinio (o gestione o volontariato) in Atelier di arteterapia con almeno due o più utenze differenti; Residenziale annuale di Alta formazione; Focus online; Supervisioni; Masterclass; Case Studies.
Possibilità di un monte ore aggiuntivo, personalizzato: • seminari facoltativi; • crediti della formazione precedente; • percorso terapeutico personale; • altre formazioni collaterali all'arteterapia; • gestione diretta di atelier; • attività nel sociale.


Dopo lo stage propedeutico di 8 ore che consente di conoscere l'impianto del Modello Polisegnico©, la consolidata e scientifica Arteterapia delle Scuole ArTeA, la possibilità di colloquio orientativo, si accede a:

1 ANNO
2 ANNO
3 ANNO
ESAME FINALE
TESI CONCLUSIVA
next
ALTA FORMAZIONE

Gli allievi già specializzati possono accedere ad un ulteriore percorso facoltativo che prevede incontri d'aula ogni due/tre mesi e altri appuntamenti modulabili secondo i seguenti argomenti:


Aggiornamento
Supervisione
Studio dei casi
Management
Ricerca
Terapia artistica
Consulenza legale
Servizi ai soci
next
Le diverse voci sono approfonditi nel depliant di ArTeA da richiedere

ArTeA è un'Associazione non profit: la quota annuale e i costi del triennio servono esclusivamente a coprire i costi effettivi di gestione e comprendono l'intera offerta formativa di ciascun anno sopra descritta (lezioni, seminari obbligatori, supervisione di atelier sui casi trattati, tutoring, iter arteterapeutico personale, tirocinio, esami e tesi conclusiva) e della copertura assicurativa.


È previsto un contributo integrativo unicamente per i Seminari tematici (facoltativi e aggiuntivi) e per il Residenziale di Alta Formazione della durata di cinque giorni.

Direttore del programma: M.o Achille De Gregorio


Sedi delle Scuole a Milano, Pordenone, Bolzano.
In Centro-Sud la la Formazione Permanente a Catania e Cagliari.

INFO SULLA FORMAZIONE E SULL'ASSOCIAZIONE: 02 2707 8559 

Sede delle Supervisioni a Milano, Genova, Pordenone, Monza, Udine, Cagliari.
Uffici di contatto a Milano, Firenze, Cagliari, Gorizia, Genova, Vicenza, Trieste, Padova, Verona.

La Scuola di specializzazione in ArteTerapia ArTeA è riconosciuta dalla realtà: radicamento di 25 anni e sul campo, nei Servizi sociali e Sanitari del territorio italiano.  ArTeA è stata in passato tra i fondatori di diverse Associazioni di  ArtiTerapie, nonché dell'A.P.I.Ar.T. (Associazione Professionale Italiana degli ArteTerapeuti) prima di fondare un proprio e più affidabile Registro Professionale degli Arteterapeuti.

P.IVA 03396720967 - C.F. 90085900273